Albisola

Albisola è un’apprezzata località di villeggiatura per le belle spiagge e la collina verdeggiante che l’abbraccia alle spalle.

Albisola, bandiera blu

Albisola, bandiera blu

La località è caratterizzata da una spiaggia estesa per diversi chilometri, in cui sono presenti numerosi stabilimenti balneari; vi è anche la presenza di diverse spiagge libere attrezzate e non.

Il Comune di Albisola Superiore (come il Comune limitrofo di Albissola Marina) nel 2011 ha ottenuto la Bandiera Blu, riconoscimento internazionale assegnato ogni anno a quelle località che presentano un’elevata qualità delle acque, della costa, dei servizi, delle misure di sicurezza e dell’educazione ambientale, attribuito dalla Fee (Foundation for environmental education). Tale riconoscimento è stato ottenuto fino dal 2005.

Ceramiche in passeggiata a mare

Ceramiche in passeggiata a mare

Molto bella è anche la passeggiata a mare, che unisce le due Albisole, ove sono presenti opere d’arte con mosaici di molti artisti. Nel luglio 2011 è stata inaugurata una galleria pedonale di Capo Torre, che di fatto completa un collegamento che dall’estremo ponente del Comune di Albisola arriva fino a Cogoleto con una lunga passeggiata che, per lunghezza, qualità ambientale e paesaggistica, non ha eguali e rappresenta un elemento di promozione della bellezza della Riviera Ligure. Chi desidera passeggiare in tranquillità, o fare footing, ha a disposizione 15 km da percorrere a piedi e in totale sicurezza, in sede protetta, affacciati sul mare.

Villa Faraggiana ad Albissola Marina

Villa Faraggiana ad Albissola Marina

Già nel Settecento Albisola era frequentata dall’aristocrazia genovese come luogo di villeggiatura. Un bell’esempio di villa nobiliare ligure e di barocchetto genovese è costituito da Villa Gavotti, fatta costruire dall’ultimo Doge genovese, Francesco Maria Della Rovere, su un preesistente edificio quattrocentesco. Villa Gavotti ha bellissimi giardini all’italiana con statue marmoree, fontane e grandi vasi di terracotta festonati.

Sono da visitare: il Museo della Ceramica Manlio Trucco, la chiesa Stella Maris, eretta negli anni Trenta e sormontata da una grande cupola verde (visibile dalla Domus Maris), gli scavi di una villa romana di epoca imperiale nei pressi della stazione ferroviaria (probabili resti dell’antica mansio romana di Alba Docilia), la chiesa di San Pietro, antica Pieve riedificata in stile neoromanico dopo il terremoto del 1887 e la seicentesca chiesa di San Nicolò, dal campanile in ceramica policroma.

Botteghe artigianali della ceramica

Botteghe artigianali della ceramica

Albisola è famosa per la sua antica tradizione nella lavorazione della ceramica; è sede di una produzione secolare di ceramiche artistiche ed artigianali. Tuttora si rileva una presenza nel tessuto urbano di manifatture e botteghe artigianali, che continuano la tradizione.

Negli anni Venti e Trenta del secolo scorso Albisola è stata sede di importanti artisti legati al movimento Futurista, applicata alla ceramica, quali Tullio Mazzotti, Manlio Trucco, Fortunato Depero, Fillia, Farfa, Bruna Munari, Nicolaj Diulgheroff, Tato, Prampolini, Nino Strada, Alf Gaudenzi, Dino Gambetti, Romeo Bevilacqua, Ivos Pacetti, G.B. De Salvo. Un importante seguito è costituito dalla produzione degli anni Cinquanta, con la presenza di nomi illustri come Fontana, Lam, Capogrossi, Sassu, Fabbri, Crippa, Scanavino; infine si segnala anche una produzione di contemporanei quali Ugo Nespolo, Giorgio Laveri e Vincenzo Marsiglia.

Per gli amanti del golf si segnala la presenza ad Albisola Superiore, in località Carpineto, del Golf Club Filanda: il campo da golf con le attuali prime 9 buche, è stato progettato dall’architetto canadese Graham Cooke. Immerso nel silenzio, il percorso del green si snoda tra i colori suggestivi della natura che lo circonda. I giocatori più esperti potranno confrontarsi con il valore tecnico delle buche, mentre i principianti troveranno a propria disposizione gli insegnanti della Federazione e il campo pratica. Il clima mite consente di giocare a golf in ogni periodo dell’anno.

La posizione geografica di Albisola è strategica, in quanto è situata nella Riviera delle Palme, che si estende da Varazze ad Andora, ed a Ponente è limitrofa alla Riviera dei Fiori; pertanto risultano agevolmente raggiungibili molte altre località famose, quali per esempio Alassio, Sanremo, ed anche la Costa Azzurra (distante 130 km).

Guardando a Levante, in poco più di mezz’ora di macchina si arriva a Genova, con il suo centro storico più grande d’Europa e l’Acquario da visitare. Anche le altre località del Levante ligure sono comodamente raggiungibili: per esempio, Portofino dista 78 km.

La possibilità di potersi muovere agevolmente sia in macchina, con il casello dell’autostrada a 600 m, sia in treno, vista la vicinanza con la stazione di Albisola, rende facili gli spostamenti per i futuri abitanti della Domus Maris.

Anche l’entroterra di Albisola risulta molto interessante dal punto di vista paesaggistico, con colline e monti ricoperti di boschi, e paesi caratteristici da visitare. Da Albisola parte la strada provinciale 334 che arriva ad Acqui Terme, passando per Sassello, paese che ha ottenuto il riconoscimento della bandiera arancione come marchio di qualità turistico-ambientale, località eccellente dell’entroterra, dal Touring Club Italiano.

Inoltre, alle spalle di Albisola, si trova il Parco Naturale Regionale del Monte Beigua, un mosaico di ambienti in ragione del quale il gruppo montuoso del Beigua viene considerato una delle zone più ricche di biodiversità della Liguria; inoltre dal marzo 2005 il Parco del Beigua – Beigua Geopark è riconosciuto come “Geoparco” internazionale nell’ambito della Rete Europea dei Geoparchi e della Rete Globale dei Geoparchi” dell’UNESCO.